Aufstand! Rivolta!

Posted By on 19 ottobre 2010

  • Share
Data : 10 Settembre 2011
Location : Eremo di S. Egidio

Lo sparuto manipolo si aggirava tra le alture desertiche al confine tra Dorkadas e Zephyria. Su di loro incombevano le alte vette del regno delle montagne. Avevano scelto la strada più difficile, il sentiero più arduo, consci che le sentinelle zephiriane avrebbero altrimenti messo gli occhi su di loro. Erano pochi, vestiti di stracci… alcuni di loro feriti, altri ammalati. Eppure i loro passi si muovevano veloci per quel sentiero, perchè la paura di perdere la vita forniva loro una forte motivazione. Non si scambiavano alcuna parola, nei loro occhi ancora si attardava il riflesso di un orrore difficile da immaginare. I fatti che li avevano portati a riconquistare la libertà erano forse più terrificanti di tutto il periodo che avevano trascorso in prigionia, per questo nessuno osava parlare: solamente la progenie cane, nonostante tutto, scondinzolava, anche se il suo pelo era arruffato ed un’intera colonia di parassiti aveva scelto le sue orecchie pelose come dimora…
Fu solamente dopo alcuni giorni di cammino, quando raggiunsero la Valle degli Avi, che trovarono dentro sè la forza per scambiarsi alcune parole di commiato:
“Compagni, spero che ci rivedremo un giorno, lontano dalla terra infausta dove ci siamo incontrati, e che allora non ci siano più schiavi in quelle terre, ma solo uomini liberi”
“Io spero che venga fatta terra bruciata di quei luoghi!” disse uno dei nani.
“Fate come vi pare, ma io non tornerò mai più laggiù: i porti di Azur sono ideali per rifarsi una vita”, disse lo smagrito ladruncolo.
“L’unica cosa di cui potete star certi è che racconterò tutto ai quattro venti!”, aveva esclamato il cantastorie.
La progenie fu l’unica a dimostrare interesse a tornare a Dorkadas: “Io ho fatto una promessa, ed appena mi sarò ripreso tornerò a liberare i miei amici.”
Detto questo ognuno di loro prese una diversa direzione.

[nggallery id=30]

Share

Comments

7 Responses to “Aufstand! Rivolta!”

  1. Nico Borgogni scrive:

    per la serie “scoprite da dove mi sono ispirato per il titolo”: http://www.youtube.com/watch?v=NOiEj0Mmj6c&feature=fvst

  2. Simone Bernardi scrive:

    O capperi siamo pochi, voglio piu’ gente!

  3. Lisa Bidini scrive:

    Hanno paura di Dorkadas, mi sa. Vigliacchi :P

  4. lo chiamerei istinto di conservazione :)

  5. Dresyl scrive:

    Oh cazzo… mi sono iscritto… Enrico, questa me la paghi!!! :D :D :D

  6. Marco Mazzoni scrive:

    Il Bardo Rock!!
    E’ fatta :D

  7. Lisa Bidini scrive:

    Yeah! I wanna rock!!!!

Leave a Reply